Benvenuti al Museo Carnico delle Arti Popolari

Il Museo carnico, uno dei musei etnografici di area alpina più importanti d’Europa, ha sede a Tolmezzo in Palazzo Campeis, un imponente caseggiato, di origine seicentesca, disposto su tre ali attorno a un ampio cortile. Il sottoportico, da cui si accede alla biglietteria, agli uffici e al percorso espositivo, mostra due affreschi trecenteschi e gli stemmi dei comuni appartenenti al Bacino Imbrifero Montano Tagliamento.

Le collezioni del Museo riflettono le peculiarità di un territorio che, se nella carta geografica dell'Italia è di periferia, nella geografia dell’Europa è una terra di mezzo storicamente aperta al mondo del Mar Adriatico come a quello della Mitteleuropa.

Le collezioni sono esposte su tre piani in una trentina di sale. In alcune di esse sono proposte delle ricostruzioni di ambienti della casa tradizionale carnica: la cucina, tre camere e un tinello splendidamente arredati con mobili antichi, risalenti per lo più al Settecento, come anche le biancherie ricamate, i quadri e le suppellettili.

Gli spazi dedicati al lavoro illustrano attività artigianali, commerciali, agricole e della zootecnia che per secoli hanno fatto, e alcune continuano a fare, l’economia della montagna carnica: sfilano davanti al visitatore le botteghe del falegname, del fabbro, gli orologi Solari, le ceramiche, il lavoro delle filatrici e dei tessitori, la malga, l’universo dei cramàrs. I ritratti di uomini e donne del passato, i loro abiti tradizionali, i temi del carnevale, della musica, del sacro completano la rassegna.

Il cortile, definito su tre lati dalle mura dell’edificio, è chiuso sul quarto da una loggetta dove sono esposti recipienti in pietra per grassi di grandi dimensioni, alcuni begli esemplari di secchiai in pietra, attrezzi agricoli. Dalla loggetta si accede al giardino. Era il broili di Casa Campeis che, con i suoi terrazzamenti ricavati dalle pendici dello Strabut, permetteva la coltivazione di alberi da frutta. Sulla parte pianeggiante le logge espongono attrezzi agricoli di grandi dimensioni, qualche esemplare di carro e della tipica slitta (la louge).
Il giardino, con le sue logge coperte, nella buona stagione è utilizzato per esposizioni temporanee, incontri culturali, concerti e si presta per una gradevole sosta.

Vi aspettiamo in museo per conoscere da vicino la nostra storia.
Il Museo Carnico è anche il miglior punto di partenza per l’esplorazione della Carnia.

Orari di apertura

1 maggio - 30 settembre

Dal martedì al venerdì: 9.00 - 13.00 / 15.00 -18.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00 - 13.00 / 15.00 -18.00
(in agosto aperto anche i lunedì)
Chiuso il lunedì
01 Maggio: 10.00-13.00/15.00-18.00

Novembre

Sabato e domenica: 10:00-13:00 / 15:00-17:00

Orario di apertura estivo
1 maggio - 30 settembre

Dal martedì al venerdì: 9.00 - 13.00 / 15.00 -18.00
Sabato, domenica e festivi: 10.00 - 13.00 / 15.00 -18.00
(in agosto aperto anche i lunedì)
Chiuso il lunedì
01 Maggio: 10.00-13.00/15.00-18.00

Orario di apertura invernale
Novembre

Sabato e domenica: 10:00-13:00 / 15:00-17:00


Esplora il museo

La stanza dei Cramàrs
La bottega del falegname
La musica popolare
Le Camere
L'Alpeggio
La Filatura e Tessitura